Collaboratori del dirigente Scolastico - scuola

cerca
aumenta il testo diminuisci il testo
Vai ai contenuti

Menu principale:

Collaboratori del dirigente Scolastico

area genitori
 

1° Collaboratore

Crescezi Rosella

orario ricevimento

martedì

dalle ore 8:10

alle ore 12:40

mercoledì

dalle ore 10:10

alle ore 12:40

venerdì

dalle ore 10:40

alle ore 13:10

sabato

dalle ore 8:10

alle ore 10:40

2° Collaboratore

Risi Samantha

Scuola Media F. Romani

martedì

dalle ore 11,30

alle ore 12,30

giovedì

dalle ore 10,35

alle ore 11,35

sabato

dalle ore 11,30

alle ore 12,30


 
 

docente Rosella Crescenzi
Docente con funzioni vicarie

attribuendoLe tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate, con semi esonero attinente alle attività curriculari di Sua competenza.
In tale veste, nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitoLe, in qualità di “preposto”, sarà suo compito sovrintendere alla attività lavorativa e garantire l’attuazione delle direttive ricevute controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.
La delega conferita riguarda il coordinamento generale dell’unità produttiva ed in particolare:
- Coordinamento e gestione organizzativa del personale
- Coordinamento e gestione delle attività didattiche
- Rapporti con l’utenza
- Rapporti con la Dirigenza dell’Istituto e gli uffici di segreteria
- Rapporti con l’Ente Locale
- Coordinamento e supervisione in materia di tutela dei dati personali sensibili relativamente agli alunni ed ai lavoratori dell’Istituto
- Coordinamento ed attuazione, nell’Istituto, della normativa di igiene e sicurezza sul lavoro e delle relative disposizioni aziendali.
L’autonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate sarà garantita dal D.S.G.A.
La delega andrà esercitata nel rispetto della vigente normativa ed in particolare, per quanto attiene il coordinamento del personale: dello Stato giuridico del personale stesso, del contratto di lavoro e degli accordi aziendali.
La sottoscritta rammenta inoltre che, in riferimento alla delega in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, ai sensi del D. Lgs 81/2008 in qualità di “preposto”, secondo le sue attribuzioni e competenze, ha l’obbligo di:
a) sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizione aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare il sottoscritto;
b) verificare affinchè soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono a un rischio grave e specifico;
c) richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;
d) informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
e) astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;
f) segnalare tempestivamente al sottoscritto sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;
g) frequentare l’appositi corso di formazione, ed i relativi aggiornamenti, che sarà mia cura assicurarle al più presto possibile, relativamente a:
- compiti del preposto in materia di salute e sicurezza del lavoro;
- principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi;
- definizione e individuazione dei fattori di rischio;
- valutazione dei rischi;
- individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.
Il compenso sarà determinato dalla contrattazione d’Istituto.

docente Samantha Risi
2° Collaboratore

attribuendoLe tutti i poteri di organizzazione, gestione e controllo richiesti dalla specifica natura delle funzioni delegate.
In tale veste, nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitoLe, in qualità di “preposto”, sarà suo compito sovrintendere alla attività lavorativa e garantire l’attuazione delle direttive ricevute controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.
La delega conferita riguarda il coordinamento generale dell’unità produttiva ed in particolare:
- Coordinamento e gestione organizzativa del personale
- Coordinamento e gestione delle attività didattiche
- Rapporti con l’utenza
- Rapporti con la Dirigenza dell’Istituto e gli uffici di segreteria
- Rapporti con l’Ente Locale
- Coordinamento e supervisione in materia di tutela dei dati personali sensibili relativamente agli alunni ed ai lavoratori dell’Istituto
- Coordinamento ed attuazione, nell’Istituto, della normativa di igiene e sicurezza sul lavoro e delle relative disposizioni aziendali.
L’autonomia di spesa necessaria allo svolgimento delle funzioni delegate sarà garantita dal D.S.G.A.
La delega andrà esercitata nel rispetto della vigente normativa ed in particolare, per quanto attiene il coordinamento del personale: dello Stato giuridico del personale stesso, del contratto di lavoro e degli accordi aziendali.
La sottoscritta rammenta inoltre che, in riferimento alla delega in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, ai sensi del D. Lgs 81/2008 in qualità di “preposto”, secondo le sue attribuzioni e competenze, ha l’obbligo di:
a) sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizione aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare il sottoscritto;
b) verificare affinchè soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono a un rischio grave e specifico;
c) richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;
d) informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;
e) astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attività in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;
f) segnalare tempestivamente al sottoscritto sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;
g) frequentare l’appositi corso di formazione, ed i relativi aggiornamenti, che sarà mia cura assicurarle al più presto possibile, relativamente a:
- compiti del preposto in materia di salute e sicurezza del lavoro;
- principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi;
- definizione e individuazione dei fattori di rischio;
- valutazione dei rischi;
- individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu